Menu

CIELO DI GIUGNO

   

Questo mese ci dedichiamo alla Ruota dell’Anno Celtico.

Cos'è la Ruota dell'Anno Celtico?

E' un’antichissima forma di calendario, di origine pagana e in uso tra le popolazioni celtiche, così chiamata perché segna il ciclo delle stagioni durante l’anno e scandisce ritmi, energie, ricorrenze e rituali tramandati di generazione in generazione dai tempi più antichi. Gli 8 Sabbat dell’anno – 4 legati a solstizi ed equinozi, più 4 intermedi tra solstizio ed equinozio – erano i cosiddetti “momenti di passaggio” e per questo considerati sacri e celebrati. La Ruota, nell’arco dell’anno, ripercorre non solo le stagioni ma anche il VIAGGIO DELLA VITA e il CICLO DEL CHICCO DI GRANO: nascita – crescita – invecchiamento – morte (per poi rinascere nuovamente). Questi giorni speciali permettevano all’uomo di entrare in contatto con le forze cosmiche, particolarmente potenti in queste ricorrenze, per creare un vero e proprio scambio tra uomo e universo.

Siamo prossimi al giro di boa dell’anno solare: è in arrivo il Solstizio d’Estate!

 

Litha – Solstizio d'Estate

Il 20 di Giugno, festa celtica di Litha, è il giorno più lungo dell’anno. Portale tra il mondo degli uomini e quello degli dei, festa “di fuoco e di danza”, momento in cui “il sole si ferma” ( sol – stat = solstizio ) prima di riprendere il suo cammino discendente.

Per gli antichi ogni cosa era inserita all’interno di un ciclo, con il proprio ritmo e la propria energia. Ogni momento di passaggio, determinato dai movimenti celesti e dal volgere delle stagioni, era considerato un momento sacro a cui partecipavano tutti gli esseri del mondo animale e vegetale.

 

A pochi giorni di distanza, la fede rurale ricorda Giovanni il Battista, la voce nel deserto.

La Festa di San Giovanni, che celebriamo nella notte del 23-24 Giugno, è una delle notti magiche dell’anno e ci porta alla scoperta della rugiada e delle erbe magiche della tradizione, dei rituali, del nocino.